Glaucoma, una patologia silente. Ecco cause, sintomi e rimedi
Il Glaucoma è una malattia oftalmica subdola e lenta e al contempo molto diffusa che colpisce l’occhio riducendo progressivamente il campo visivo. Una buona prevenzione è fondamentale.
18089
post-template-default,single,single-post,postid-18089,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive

Glaucoma: cause e rimedi

Glaucoma: cause e rimedi

Il Glaucoma è una malattia oftalmica subdola e lenta e al contempo molto diffusa.
Questa patologia colpisce l’occhio riducendo progressivamente il campo visivo e affligge prevalentemente con l’avanzare dell’età (è opportuno, infatti, sottoporsi a controlli regolari dopo i 40 anni) ma può anche colpire i più giovani che, solitamente, non ne accusano i sintomi. Una buona prevenzione è dunque fondamentale per contrastare questa patologia.
Scopriamo di più nel seguente articolo.

Glaucoma: cos’è?

Generalmente quando parliamo di Glaucoma ci riferiamo a un gruppo eterogeneo di malattie caratterizzate dall’aumento della pressione endoculare. All’interno del bulbo oculare, infatti, è presente un liquido chiamato “umore acqueo”, che assicura nutrimento a importanti strutture oculari. Quando tale liquido non defluisce correttamente, si determinano sbalzi pressori all’interno dell’occhio, i quali comportano dei danni al nervo ottico, ossia il collegamento tra le informazioni visive e il cervello.
Esistono inoltre due forme di Glaucoma: ad angolo aperto e ad angolo stretto.
Nel primo caso, il sorgere della patologia è lento ed è determinato da un non corretto deflusso dell’umore acqueo;
Nel secondo caso, invece, la malattia si presenta bruscamente attraverso un rapido sbalzo della pressione.
La patologia del Glaucoma, sfortunatamente, non è reversibile, ma è possibile tenerla sotto controllo. Per questo motivo è fondamentale la prevenzione.

Predisposizione al Glaucoma. Chi è a rischio?

Solitamente i soggetti a rischio sono persone anziane (a partire dai 60 anni le possibilità di incorrere in questa patologia raddoppiano), ma può sorgere anche in giovane età: persone che manifestano ipertensione endoculare, persone che presentano casi ereditari in famiglia, persone che soffrono di emicrania o coloro che si sottopongono per lungo periodo a cure cortisoniche, infatti, sono soggetti a rischio.

Glaucoma: come intervenire

Fondamentale è la prevenzione: bisogna recarsi dall’oculista per periodici controlli, e in particolar modo controllare:
– Pressione intraoculare
– Aspetto del nervo ottico
– Campo visivo
– Valutazione del disco ottico

Glaucoma: cura

Come detto in precedenza, purtroppo il Glaucoma è una patologia irreversibile ma controllabile.
Le prime cure farmacologiche consistono nell’applicazione di colliri che abbassano la pressione intraoculare; in secondo luogo si può ricorrere alla chirurgia, mediante un intervento laser.
Prevenire, quindi, è meglio che curare: prenota un consulto presso la Clinica Athena. Tra i nostri servizi, numerose visite specialistiche e unità operative oculistiche con il nostro staff altamente qualificato.
Per maggiori informazioni, visita il nostro sito.

 

No Comments

Post A Comment