Peeling: come funziona e quali sono i benefici - Clinica Athena
18105
post-template-default,single,single-post,postid-18105,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive

Peeling: come funziona e quali sono i benefici

Peeling: come funziona e quali sono i benefici

Il termine “Peeling” deriva dall’inglese ” to peel “, sbucciare, ed è uno dei trattamenti più antichi nella storia delle metodiche in medicina estetica.

Trattasi di una sostanza chimica o una miscela di sostanze chimiche che hanno la capacità di agire sui vari livelli del complesso dermo-epidermico accelerando il ricambio degli strati cutanei con conseguente rimozione dello strato corneo e stimolazione del turnover cellulare. Tale attività innescata dal peeling, induce i fibroblasti alla neoproduzione degli elementi strutturali della matrice extracellulare: fibre collagene, elastina, glicosaminoglicani, con un vero meccanismo di biostimolazione e bioristrutturazione del derma.

Distinguiamo i peeling, in base alla profondità di azione, quindi al coinvolgimento degli strati che costituiscono la cute, in peeling molto superficiali, superficiali, medi e profondi con segni caratteristici di ogni tipologia. Le sostanze utilizzate possono essere l’acido glicolico, l’acido mandelico, l’acido salicilico, l’acido piruvico e l’acido tricloroacetico la cui scelta viene guidata dal tipo di inestetismo da trattare.

Le principali indicazioni all’uso del peeling sono le seguenti:
  •  Invecchiamento cutaneo cronologico o fotoindotto ( photoaging )
  • Discromie macchie senili, solari, da menopausa )
  • Cicatrici postacneiche
  • Acne
  • Dermatite seborroica
  • Smagliature
  • Couperose

Attualmente sono disponibili peeling di particolare composizione per patologie precedente non trattate con tale metodica come le occhiaie pigmentate e i cedimenti palpebrali e lesioni benigne come la cheratosi semplice ed attinica e la lentigo.

Il trattamento è di facile esecuzione e si articola nelle seguenti fasi: una fase di detersione, una fase di preepeeling, una fase di peeling e una fase di postpeeling con una durata di circa 20 minuti.

Le controindicazioni sono rare e le complicanze poche e di facile risoluzione.

L’intervallo medio tra una seduta e la successiva è di circa 7-14 giorni e il numero delle sedute può variare da 4 a 10 sedute in base alla sostanza utilizzata e l’inestetismo da trattare.

 

Presso la nostra Unità di Medicina Estetica è possibile eseguire trattamenti di Peeling. Per prenotare una visita chiama al numero 0823.784666 o compila il form online su  www.clinicathena.it/contatti

Tags:
No Comments

Post A Comment