Clinica Athena | Endoscopia Digestiva
16763
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16763,page-child,parent-pageid-16601,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive

Endoscopia Digestiva

ESAMI

ENDOSCOPIA DIGESTIVA

Gastroenterologi

Dott. Giuseppe Conte

Dott. Massimo delle Cave

Dott. Roberto Iorio

Dott. Giovanni Galasso

Con l’endoscopia digestiva è possibile verificare eventuali alterazioni presenti negli organi interni dell’apparato digerente: esofago, stomaco, duodeno oltre al colon e al retto. L’endoscopia digestiva non è però solamente uno strumento di tecnica diagnostica. Dal punto di vista terapeutico viene, infatti, utilizzata per effettuare interventi mini- invasivi relativi a lesioni che riguardino questi organi, come l’arresto di emorragie digestive, l’asportazione di polipi, biopsie, caterizzazioni, ecc. L’endoscopia digestiva permette di diagnosticare le principali patologie dell’apparato digerente.

 

Per questo, è l’esame principale per quanto riguarda l’individuazione, e di conseguenza la prevenzione, di neoplasie all’apparato digerente. L’esame viene effettuato con l’utilizzo di endoscopi – tubi flessibili di differente calibro e lunghezza, a seconda degli organi che si vogliono esaminare – alla cui estremità è posta una microcamera che permette di visualizzare direttamente su un monitor le parti di organi esaminate. Quando viene esplorato il tratto digestivo superiore (esofago, stomaco e duodeno) l’endoscopio viene introdotto dalla bocca e in questo caso si parla di esofagogastroduodenoscopia o gastroscopia. Quando si vuole esaminare il tratto digestivo inferiore (colon e retto): colonscopia e rettosigmoidoscopia.

 

Nello specifico:

 

  • ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA O GASTROSCOPIA

 

l’endoscopio viene introdotto per bocca. L’esame non procura dolore, solo un piccolo fastidio nel momento dell’introduzione del tubicino, per evitare il quale può essere prevista una leggera anestesia locale. L’Esofagogastroduodenoscopia ha una durata media di 10 minuti, il paziente deve effettuare un digiuno dalla sera precedente, non può cenare ma può bere solo acqua o tè fino a 3 ore prima dell’esame. Prima dell’esecuzione, rimuovere eventuali protesi dentarie.

 

  • ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGDS] CON BIOPSIA

 

  • COLONSCOPIA

In tale esame l’endoscopio viene introdotto, invece, dal canale anale. L’esame al tratto inferiore richiede una sedazione che renda il trattamento diagnostico del tutto indolore.

Esame eseguibile in convenzione accedendo al percorso PACC. Per maggiori informazioni rivolgersi alla caposala del reparto di medicina generale sig.ra Margherita Seneca tel. 0823.912892

  • COLONSCOPIA CON BIOPSIA

 

  • POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA  DELL’ INTESTINO CRASSO

La polipectomia è una procedura medica volta all’asportazione dei polipi che possono formarsi in qualsiasi tratto dell’apparato digerente, incluso il colon, che rappresenta la sede più frequente. Oggi, nella maggior parte dei casi la polipectomia avviene per via endoscopica, spesso già durante una colonscopia esplorativa. L’alternativa a questa tecnica è l’intervento chirurgico ad addome aperto.

 

  • VISITA GASTROENTEROLOGICA

 

  • RETTOSCOPIA

Questo esame viene consigliato quando, soprattutto in presenza di sangue nelle feci, si sospetta la presenza di polipi, fistole anali o, nei casi più gravi, un carcinoma. Viene effettuato mediante l’introduzione nell’ano di uno strumento chiamato rettoscopio, un tubicino dotato di una lente d’ingrandimento all’apice, in modo che la regione corporea esaminata possa essere visibile in modo preciso. E’ importante che l’intestino del paziente sia pulito, ecco perché è opportuno prepararsi bene già a partire da alcuni giorni prima.

 

  • PROCEDURE INTERVENTISTICHE DI ENDOSCOPIA:

ESOFAGO: legatura varici esofagee, dilatazione stenosi,posizionamento protesi, diverticulectomia di Zenker,trattamento ablativo per Barrett,trattamento dilatativo per acalasia

STOMACO : terapia iniettiva varici del fondo; asportazione lesioni polipoidi;posizionamento di stent per neoplasie ostruenti; asportazione di lesioni sottomucose ecoendoscopicamente eseguibili;resezione mugolassi con metodica di ESD;

DUODENO: posizionamento di stent; dilatazioni stenosi; asportazioni di lesioni polipoidi

COLON: dilatazioni pneumatica di stenosi; posizionamento di protesi; polipectomie; resezioni endoscopiche secondo ESD;legatura elastica emorroidi;

OBESITA’: posizionamento di BIB; riduzione volume gastrico per via endoscopica;

TRATTAMENTO DELLE FISTOLE ENTERICHE

 

  • ERCP-COLANGIOPANCREATOGRAFIA ENDOSCOPICA

 

La Colangio-pancreatografia endoscopica retrograda (ERCP) è un esame che viene richiesto per comprendere che cosa ostruisce il normale deflusso della bile e del succo pancreatico nell’intestino e per eliminare questi ostacoli, che possono essere, ad esempio, calcoli nella via biliare principale, ostruzioni di possibile origine infiammatoria o tumorale.

Vuoi prenotare una visita medica presso Clinica Athena?

Contattaci per fissare un appuntamento e richiedere informazioni.

Per eseguire l’esame è necessario effettuare la prenotazione al numero 0823.784666 o direttamente presso il servizio prenotazioni in clinica.

*esame eseguito in regime privato