Clinica Athena | Servizio di Diabetologia
16882
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16882,page-child,parent-pageid-16828,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive

Servizio di Diabetologia

UNITÀ OPERATIVE

SERVIZIO DI DIABETOLOGIA – IN CONVENZIONE CON IL S.S.N.

Lo Staff

Dott. Andrea Tatavitto

Specialista in diabetologia

Dott.ssa Paola Maida

Specialista in diabetologia

Dott.ssa Venere De Blasio

Specialista nel trattamento del piede diabetico

 

 

Il centro diabetologico della clinica Athena offre al paziente un servizio in grado di portare a termine lo screening per le principali complicanze del diabete in due soli accessi, in convenzione con il S.S.N. Una equipe composta da diabetologi, oculisti, cardiologi, infermieri e tecnico ortopedico e’ dedicata alla effettuazione delle prestazioni previste dal DH. Una squadra di specialisti, un ambulatorio attrezzato e accogliente, uno stretto rapporto col territorio, sono le chiavi per il successo della terapia ed un vantaggio per il paziente. Inoltre il DH rappresenta un momento importante per l’educazione del paziente e dei suoi familiari. Il diabete è una malattia insidiosa: alcuni, di fronte all’assenza di disturbi reali, non accettano serenamente l’impegno di sottoporsi a controlli e ad eventuali terapie. Ma ignorare il diabete, fingere di non averlo, ovvero farsene un’ossessione, sono atteggiamenti “a rischio”. Prima o poi se ne possono pagare le conseguenze. Se è vero che una difesa efficace presuppone che bisogna conoscere il nemico, nei confronti del diabete è bene sapere che quelle che seguono – e non altre – sono le conseguenze da temere. Alcuni aspetti di queste conseguenze dovrebbero sempre essere ricordati:

Sono evitabili.

 

Avere il diabete non significa affatto essere condannati (conseguenze) a cecità, insufficienza renale, amputazione dei piedi, impotenza, infarti, ictus… e chi più ne ha più ne metta.

 

Arrivano in silenzio. L’iperglicemia – che è la vera causa delle conseguenze nocive del diabete – spesso per anni non si vede e non si sente.

 

E’ importante il riconoscimento precoce delle complicanze perché il buon controllo della glicemia e altri interventi terapeutici saranno più efficaci nel prevenire il loro aggravarsi.

 

E’ fondamentale, quindi, eseguire almeno una volta l’anno lo screening delle complicanze del diabete.

Vuoi prenotare una visita medica presso Clinica Athena?

Contattaci per fissare un appuntamento e richiedere informazioni.

DAY SERVICE DIABETOLOGICO: COME ACCEDERE AL SERVIZIO

Il day service ambulatoriale è una innovativa modalità di assistenza con un numero limitato di accessi (massimo 3). Al fine di ridurre al minimo i disagi per il paziente, il servizio di diabetologia della clinica Athena tende a concludere tutto l’iter diagnostico in due accessi, ove possibile.

 

Primo Giorno: Presentarsi A Digiuno Al primo accesso viene praticato il prelievo del sangue per eseguire le seguenti analisi: urine, microalbuminuria, glicemia, Hba1c, azotemia, creatininemia, uricemia, filtrato glomerulare, colesterolo tot., colesterolo HDL, colesterolo LDL, trigliceridi, transaminasi, emocromo con formula. Non dimenticare il campione di urine. Nel corso degli accessi saranno consultati : Diabetologo, Cardiologo, Oculista, Neurofisiologo. Saranno praticati in relazione al quadro clinico: ­ biotesiometria, tests di neuropatia autonomica, valutazione della sensibilità termica, elettromiografia, v.c.m. e v.c.s. per individuare la presenza della neuropatia periferica; ­ Esame dei polsi arteriosi, Valutazione del piede alla ricerca di aspetti ad alto rischio; ­ Fondo oculare, tonometria, fluorangiografia retinica, laserterapia; ­ Elettrocardiogramma, Holter pressorio 24 h; ­ Ecodoppler TSA per la valutazione delle arterie del collo che portano il sangue al cervello; ­ Ecografia del fegato.

 

Accesso conclusivo Incontro con il diabetologo che esprime la valutazione clinica, glicometabolica e nutrizionale, dandone comunicazione all’assistito con una relazione conclusiva e comunicando al medico curante i risultati ed il piano assistenziale. Informazioni Utili Come si accede al Day Service? E’ necessaria la prenotazione presso l’accettazione della Clinica. Il medico curante prepara una ricetta con la dicitura: ­ codice 89.99.1 per PACC num. P2501 (pazienti con età maggiore di 35 anni). ­ codice 89.99.1 per PACC num. P2502 (pazienti con età minore di 36 anni) E’ previsto un secondo accesso (in convenzione con il S.S.N.) durante l’anno per valutare l’andamento delle complicanze e dell’assetto glicometabolico. Le calze: Per facilitare l’esecuzione degli esami e’ preferibile che le donne indossino calze a gambaletto.

 

Informazioni utili
Come si accede al Day Service? E’ necessaria la prenotazione presso l’accettazione della Clinica. Il medico curante prepara diverse ricette di cui la prima con la dicitura: ­codice 89.99.1 per PACC num. P25010.01 (pazienti con età maggiore di 35 anni). ­ codice 89.99.1 per PACC num. P25020.01 (pazienti con età minore di 36 anni) E’ previsto un secondo accesso (in convenzione con il S.S.N.) durante l’anno per valutare l’andamento delle complicanze e dell’assetto glicometabolico.

Le calze: Per facilitare l’esecuzione degli esami e’ preferibile che le donne indossino calze a gambaletto.

 

Si paga il Ticket?

E’ importante ricordare che è necessario essere in possesso della esenzione “013” (diabete mellito) che deve essere indicata sulla ricetta da parte del medico curante. Si applica la normativa gia’ prevista in Regione Campania. Il vantaggio e’ rappresentato dal fatto che tutte le prestazioni sono presenti in una sola ricetta. E’ previsto il pagamento della quota di una sola impegnativa: cinque euro. Le quote di partecipazione non sono dovute dai cittadini che beneficiano di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria.